fbpx
alimentazione-olistica-melania-romanelli-wp

I benefici, i principi e tutti i motivi per scegliere l’alimentazione olistica, un modo di mangiare con consapevolezza che abbraccia corpo, anima e mente.

INDICE


Nutrizione olistica: significato

Inutile girarci intorno. Siamo diventati una cultura focalizzata sulla comodità e sulla velocità, e ciò riguarda anche il modo in cui mangiamo. Quando la fame ci colpisce, in effetti, è molto più facile scartare un pacchetto di patatine o aprire una confezione surgelata piuttosto che prepararci un pasto fresco.

Eppure, ciò che conviene a prima vista al portafogli, non conviene affatto alla nostra salute. Perché se è vero che siamo ciò che mangiamo, ecco che la nostra salute dipende quasi sempre dalle scelte responsabili che compiamo ogni giorno. 

Ed è proprio qui che entra in gioco la nostra scommessa sul benessere quotidiano, oggi più che mai una partita che si gioca non solo a tavola ma anche dentro noi stessi in qualità di persone che scelgono di volersi bene. 

Cosa c’entra con tutto questo la nutrizione olistica, dunque? La nutrizione olistica consiste nel mangiare cibi sani il più vicino possibile al suo stato naturale per avvicinarci ad uno stato di salute e un benessere a 360ª. I segni distintivi dell’alimentazione olistica comprendono alcune scelte alimentari specifiche, il selezionare dei cibi integrali non raffinati, non trasformati, biologici e coltivati ​​localmente. Un approccio al consumo che consciamente considera tutto ciò che viene mangiato e si concentra soprattutto sul mangiare per stare bene.

Va da sé, dunque, che l’alimentazione olistica consideri la persona nella sua totalità – corpo, mente e anima – (olismo significa proprio “tutto”, “intero”) e non solo nel suo apparato digerente, per permetterle attraverso il cibo di raggiungere la felicità e l’equilibrio. 

nutrizione-olistica-melaniaromanelli

Perché scegliere l’approccio olistico al cibo?

Come ho appena detto, scegliere l’alimentazione olistica e sana ci permette di lavorare per liberare il corpo dai suoi blocchi fisici e di sentirci meglio attraverso ciò che scegliamo di mangiare ad ogni pasto.

I nutrizionisti e i coach olistici credono che il cibo non sia solo il carburante, ma anche la medicina per il corpo. E proprio una affermazione del famoso  Ippocrate, del resto –  “Lascia che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo” – è diventata nel tempo un principio compreso e promosso dalle persone che seguono l’alimentazione olistica. 

Abbracciare la nutrizione olistica, dunque, significa prendersi cura di sé in tutto e per tutto, considerando non solo il corpo ma anche la mente e l’anima, in un lavoro di concerto volto a raggiungere equilibrio e serenità personali. 

Scegliere un approccio olistico, in definitiva, significa fare pace con il cibo, che non vive più di diktat restrittivi ma, piuttosto, torna ad essere un alleato di nutrizione, di equilibrio di tutti i nutrienti, di ascolto e amore per se stessi. 


I benefici dell’alimentazione olistica

Seguendo un piano nutrizionale olistico – e ciò è cosa acclarata da diversi studi in tutto il mondo e personalità in ambito medico professionale – potresti riscontrare una serie di benefici per la salute, come i seguenti:

  • Perdita e gestione del peso
  • Prevenzione delle malattie
  • Aumento dei livelli di energia
  • Umore migliorato
  • Migliore sonno
  • Miglioramento del tono e della consistenza della pelle
  • Sistema immunitario rafforzato
  • Livelli equilibrati di zucchero nel sangue
  • Ridotti livelli di colesterolo e pressione sanguigna
  • Migliore digestione e sollievo dalla costipazione
benefici-alimentazione-olistica-melaniaromanelli

Benefici nella cura delle malattie croniche

Chi abbraccia la alimentazione olistica, inoltre, crede fermamente che molte malattie croniche possano essere prevenute o migliorate attraverso la dieta, promuovendo l’uso della nutrizione olistica per gestire condizioni quali:

  • Diabete
  • Obesità
  • Artrite
  • Malattie cardiache
  • Pressione sanguigna alta
  • Cancro
  • Colite

Al suo cuore, dunque, la nutrizione olistica è progettata per curare il corpo, la mente e l’anima in modo da poter raggiungere la massima salute possibile e permettere alle persone di tornare a sorridere.


È giusta per te? 

All’inizio del nostro lavoro sulla alimentazione olistica, molte delle persone che seguo come consulente alimentare mi fanno sempre la stessa domanda: “è giusta per me?”. 

E io do sempre la stessa risposta: il cibo nel suo stato naturale era tutto ciò che gli umani avevano da mangiare, ma nel corso dei decenni la convenienza li ha spinti al di fuori di queste scelte più salutari. Ecco perché una dieta olistica è, in realtà, non una scelta controcorrente ma un “ritorno a casa”. All’inizio può sembrare complicato, dispendioso e anche complesso per il tempo che ci vuole nel seguirla, ma già apportare piccole modifiche alimentari alla nostra routine può fare una grande differenza.

Sostituire una bevanda gassata con acqua o succhi freschi biologici, acquistare presso il mercato di un agricoltore locale e non al supermercato, comprare un cibo organico ed evitare quelli confezionati… sono solo semplici esempi di come si possa in un attimo cambiare mentalità nei confronti della nostra nutrizione. 

Mi rendo conto che non è affatto semplice, ecco perché ho creato per te alcune tabelle con i principi dell’alimentazione olistica e anche gli alimenti da scegliere per capire bene come affrontare il passaggio verso questo tipo di nutrizione consapevole senza troppi traumi. Trovi tutto nei prossimi paragrafi! 


Alimentazione olistica: Alimenti Sì e Alimenti No

alimentazione-olistica-cibi-si-cibi-no

Alimenti sì

Verdura di stagione: il verde fa bene al corpo e allo spirito!

Frutta di stagione: quella che fa star bene il tuo corpo e all’orario che preferisci.

Frutta secca: noci, nocciole, mandorle, pistacchi, pinoli, noci brasiliane, noci di macadamia, castagne, anacardi… ma sempre attenzione alle quantità perché sono molto caloriche!

Cereali in chicco:
senza glutine: riso integrale, riso bianco (ogni tanto), amaranto, quinoa, grano saraceno, miglio, sorgo, mais (ogni tanto), avena certificata;
– con glutine: farro, orzo, frumento integrale, segale.

Legumi: lenticchie, fagioli, lupini, ceci, piselli, soia (ma con moderazione), arachidi (ma attenzione a calorie e quantità). 

Pasta:
senza glutine: pasta di grano saraceno, pasta di legumi, pasta di riso;
con glutine: pasta di farro, pasta integrale, pasta di kamut.

Semi oleosi: semi di lino, di girasole, di zucca, di sesamo, di canapa, di chia.

Alghe (per chi può mangiarle): kombu, lattuga di mare. 

Uova e latticini biologici: masenza abusarne!

Carne biologica: bianca (tacchino, pollo, coniglio, maiale, agnello) e rossa con moderazione e sempre allevata ad erba. 

Pesce pescato: preferendo gli Omega 3.

Condimenti: oli vegetali spremuti a freddo (olio extravergine di oliva, di cocco, olio di semi di lino e di sesamo), aceto di mele. 

Sale: sale marino integrale o sale rosa dell’Himalaya (il mio preferito), sale iodato (per chi ha problemi di tiroide). 

Dolcificanti: zucchero di canna integrale, miele, sciroppo d’acero. 

Alimenti No

  • Farine raffinate
  • Zucchero bianco
  • Oli “trans” non spremuti a freddo
  • Prodotti confezionati: proprio tutti!
  • Carne, pesce, latticini e uova non biologici 
  • Insaccati
  • Bevande gassate
  • Superalcolici 

I principi di una dieta olistica

La chiave per un’alimentazione olistica consiste nel mangiare cibi naturali – alimenti non trasformati, integrali e biologici, ogni volta che è possibile. Ecco i principi base per modificare la tua dieta con nuove opzioni olistiche e di benessere e per aiutarti ad intraprendere la giusta direzione per una migliore salute. Provane alcuni o provali tutti: l’importante è che tu segua ciò che ti dice il tuo corpo! 

Preferisci cibi crudi e interi

È la nutrizione nella sua forma più semplice, ed è davvero facile da seguire! Per uno spuntino sano, mangia es.mela, banana, carota, sedano, uva, melone, avocado o la tua frutta o verdura preferita come la natura li intendevano: crudi e non trasformati!

Scegli organico e biologico

Non è tanto l’etichetta sulla confezione o sul sacchetto di juta… “biologico” e “organico” sta a significare evitare i pesticidi, gli erbicidi, gli antibiotici e gli ormoni nel cibo, selezionando le opzioni organiche ogni volta possibile. Inoltre, i cibi biologici hanno un sapore migliore e possono essere più nutrienti. 

Acquista prodotti locali

I prodotti coltivati ​​localmente non solo hanno un aspetto e un sapore migliori, ma sono anche più nutrienti. Se poi i prodotti locali freschi sono certificati biologici tanto meglio. Conviene sempre fare una visita al mercato del tuo agricoltore per scegliere i prodotti locali che più ti ispirano. 

Attenzione al gusto dolce

I dolcificanti raffinati e artificiali possono avere un sapore dolce, ma il loro impatto sulla salute è devastante. Ci vorrà del tempo ma, sostituendo lo zucchero, lo sciroppo di mais e gli edulcoranti con alternative naturalmente dolci come la frutta, sentirai i sapori differenti e significativi miglioramenti sulla tua salute.

principi-della-alimentazione-olistica

Bevi tanta acqua

Nulla di nuovo, ma è sempre bene ricordarlo. Bere almeno otto bicchieri di acqua al giorno è una delle raccomandazioni più importanti che i coach di alimentazione olistica ci lasciano per promuovere una buona digestione. 

Riduci l’assunzione di sale

Il sodio è uno dei fattori chiave per sviluppare o meno ipertensione e ritenzione idrica. Sebbene il consumo giornaliero ideale di sodio sia compreso tra 1.500 e 2.300 milligrammi, la maggior parte delle persone ne assume molto di più. Riduci l’assunzione di sale, dunque, evitando gli alimenti trasformati e mantenendo il contenitore del sale lontano da tavola!

Elimina la farina bianca

Molti dei nutrizionisti olistici raccomandano l’eliminazione di tutto il grano dalla dieta. Io non sono d’accordo, ma promuovo la scelta di grano intero invece di quello raffinato quando acquisti cereali, pane, riso o pasta. Le varietà bianche, infatti, sono spogliate della maggior parte dei nutrienti e fibre, rendendo più difficoltosa la digestione per l’organismo. 

Mangia grassi sani

Mai eliminare i grassi dalla dieta. Mai. L’importante è scegliere i grassi sani, importanti per una buona salute: oli spremuti a freddo come l’olio extra vergine di oliva o l’olio di semi di lino nella preparazione dei pasti. Evitare, invece, i grassi trans degli oli idrogenati e i grassi animali saturi di carne rossa e prodotti lattiero-caseari.

Controlla le tue porzioni

Anche quando mangi cibi sani, è comunque importante essere consapevoli delle dimensioni della tua porzione e anche dell’apporto calorico e di nutrienti. Per facilitarti, ti do qualche piccolo consiglio: una porzione di carne dovrebbe avere le stesse dimensioni di un mazzo di carte, mentre una porzione sana di pasta e riso è di circa mezzo bicchiere. Scegli sempre delle ciotole mono-porzione e riduci le dimensioni dei piatti per controllare anche quanto mangi!

Mangia tutto ma con moderazione

Il cibo è uno dei più grandi piaceri della vita. Divertiti con il cibo, concediti una sorpresa e una “coccola” di tanto in tanto e anche il ​​permesso di goderti il ​​tuo pasto preferito, pur non molto salutare, una volta ogni tanto. Mangiare sano, infatti, non significa soccombere alla privazione, ma si tratta di fare buone scelte il più delle volte per un successo duraturo. Un consiglio: ricorda sempre di mangiare con consapevolezza e di ascoltare il corpo e i suoi segnali di fame, sete e sazietà.


Affidati ad un consulente di alimentazione olistica

Come ho scritto precedentemente, avvicinarsi all’alimentazione olistica richiede dei piccoli passi di consapevolezza. Si tratta di cambiare abitudini piano piano, di modificare il proprio stile alimentare compiendo delle scelte di nutrizione sana e, infine, pensare che non tutto vada fatto da soli! 

coaching-telefonico-melania-romanelli

Se vuoi iniziare a lavorare al tuo nuovo approccio olistico, infatti, ci sono qui io!

Scrivimi per iniziare il tuo percorso di alimentazione olistica con me! 

logo-Melania-Romanelli
Sharing is Caring 😀

Di 6pcet

 Melania Romanelli, scrittrice, blogger e personal coach. Nel 2017 ha pubblicato su Amazon il romanzo “Spero Tutto Bene: un viaggio alla ricerca della felicità è sempre un ritorno a casa”. Blogger e Content Creator presso www.melaniaromanelli.com, personal coach sui temi di crescita personale, olismo energetico, spiritualità, disciplina e routine. Nel 2019 ha creato il programma "BED LIONS: come guarire dal Binge Eating Disorder”, per aiutare tutte le persone che soffrono del disturbo alimentare Binge Eating a guarire facendo appello alla propria forza interiore. Vive tra Canarie, Spagna e Italia. Per saperne di più: www.melaniaromanelli.com. Scopri di più su Melania!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

logo-melania-romanelli

BENVENUTO NELLA PAGINA UFFICIALE DI

MELANIA E BED LIONS!

 

🌸  Vuoi scoprire il percorso “BED LIONS: COME GUARIRE DAL BINGE EATING DISORDER”?

🌸  Vuoi RITROVARE IL TUO EQUILIBRIO nella vita e con il cibo?

🌸  Iscriviti alla Newsletter per iniziare! 

Lasciami la tua mail per ricevere strumenti esclusivi, assistenza e sconti per ricominciare a sorridere e amarti 😊

 

percorsi-disturbi-alimentari-melania-romanelli