Dal 2012 il 15 Marzo è la giornata dei disturbi alimentari: un evento nazionale sancito a livello ufficiale nel 2018. Scopriamo cosa succede ogni anno in questa ricorrenza e anche il suo significato.


Un fiocchetto lilla per sensibilizzare

L’idea nasce dal dolore di un padre. Stefano Tavilla perde la figlia Giulia a soli 17 anni per il male della bulimia nervosa. Giulia, in lista d’attesa per ricovero in una struttura dedicata, non ce la fa proprio quel maledetto giorno, il 15 marzo 2011.

Da lì l’iniziativa l’anno successivo dell’associazione “Mi nutro di Vita” – “Coloriamoci di Lilla” – una giornata di sensibilizzazione a livello nazionale dei pericoli dei disturbi alimentari, molto spesso passati sotto silenzio ma per i quali muoiono ben 10 persone al giorno.


La giornata nazionale per i disturbi alimentari

Da una iniziativa a livello di associazionismo, finalmente nel 2018 il 15 marzo viene riconosciuto istituzionalmente come la giornata nazionale contro i Disturbi dell’Alimentazione dalla Gazzetta Ufficiale dello Stato.

L’hashtag e lo slogan è #coloriamocidililla, proprio per ampliare il raggio di conoscenza di problematiche mentali e malattie troppo spesso lasciate sotto silenzio.

Ma qualcosa sta cambiando. È del 2024 l’annuncio del riconoscimento dei DCA nei LEA, i livelli minimi di assistenza. I disordini alimentari non sono più dei “problemi minori tra quelli mentali”, ma necessitano di una cura e un livello di aiuto specializzato.


In che cosa consiste la giornata?

La giornata dei disturbi del comportamento alimentare del 15 Marzo, quindi, è l’occasione per parlare, dialogare e far riflettere sull’importanza dell’ascolto delle persone che lottano ogni giorno contro i problemi alimentari tutti, specie quando vengono diagnosticati come disturbi del comportamento alimentare.

Tra le tantissime iniziative in tutta Italia, spiccano conferenze dal vivo o su Zoom (specie durante la Pandemia da Covid 19), grafiche e diffusione di statistiche aggiornate sui DCA ed eventi live sui principali social network.

Uno degli aspetti importanti del lavoro della giornata nazionale del 13 Marzo è “creare una rete di solidarietà verso chi è colpito da DCA, personalmente o in famiglia, per combatterne il disagio relazionale e il senso di abbandono e sconfiggere l’omertà che accompagna questi disturbi”.


La giornata dei disturbi alimentari del 15 Marzo 2024

In occasione della Giornata Nazionale per la lotta ai DCA del 15 Marzo 2024, è bene ricordare come quest’anno (il 2024, appunto) potrebbe rappresentare un anno di svolta per quanto riguarda la presa di coscienza della politica sull’importanza di indirizzare le persone che soffrono di DNA (Disturbi della Nutrizione e dell’Alimentazione Umana, l’altro nome per identificare sempre i disturbi alimentari) verso le giuste cure.

Come mai lo sostengo e lo spero vivamente? Perché per la prima volta è stata presentata a livello governativo una linea di intervento puntuale per:

  • combattere la disinformazione dei siti pro-ana e mia (con l’ipotesi di reato di istigazione al suicidio);
  • inserire i DCA nei LEA (Livelli essenziali di assistenza), indipendentemente dagli altri disturbi mentali, quindi conferendo loro l’orgoglio di un riconoscimento proprio;
  • annunciare un finanziamento strutturale per queste problematiche, da rinnovarsi anno dopo anno.

Sarebbe la prima volta, e sarebbe davvero l’ora. Ti rimando all’approfondimento a questo articolo.

Fatta questa doverosa premessa, ecco l’elenco delle iniziative previste per la Giornata del Fiocchetto Lilla 15 Marzo 2024 (in costante aggiornamento):

  • tutte le iniziative della Settimana Lilla (tra cui segnalo un webinar dal vivo previsto l’11 marzo alle ore 18);
  • la lettera indirizzata a tutti i sindaci d’Italia da parte dell’Associazione Anci per promuovere l’iniziativa nazionale “Never Give Up”;
  • un incontro pubblico alla Sala dei Notari di Perugia, nel quale verrà presentato il progetto dell’app “Corabea” dell’equipe di Giorgia Bellini;
  • una iniziativa congiunta a Torino organizzata dall’Associazione Genitori “Lo specchio ritrovato”;
  • un incontro aperto a tutti con lo psicologo clinico Umberto Nizzoli, presidente della SISDCA e dell’European Academy for Eating Disorders a Gubbio;
  • i monumenti che si coloreranno di lilla nella regione Liguria;
  • un incontro tra chi ne soffre, famiglie e associazioni nella città di Cremona;
  • l’incontro per gli studenti della classe 3º della scuola secondaria di primo grado e della scuola secondaria di secondo grado nella città di Lodi;
  • la campagna informativa del Comune di Ragusa;
  • le diverse iniziative nella città di Lecce;
  • le iniziative per illuminare i monumenti della città di Firenze, ad opera dell’Associazione Il Lumicino;
  • l’incontro formativo “Oltre quello che si vede” al Palazzo dei Priori a Viterbo;
  • il corso gratuito chiamato “Disturbi alimentari: agire subito per un futuro sano!” a Gorizia.

Infine, trovi qui tutti i dati sui disturbi alimentari aggiornati al 2024.


La giornata dei disturbi alimentari 2023

Anno dopo anno, siamo testimoni di una progressiva attenzione al mondo dei disturbi alimentari da parte del mondo politico, medico e anche di comuni e regioni, a maggior ragione durante la giornata del Fiocchetto Lilla 2023.

Ecco, dunque, un elenco dettagliato delle iniziative svolte per il 15 Marzo 2023:


Melania Romanelli e BED LIONS per il 15 Marzo 2023

Dal mio punto di vista di Coach, ho lanciato un esercizio pratico da fare: UNA SFIDA CON TE STESSO PER IL 15 MARZO 2023. L’unica cosa da fare è seguire le istruzioni nel documento che puoi scaricare a continuazione!

15-marzo-2023-disturbi-alimentari-strategie-melania-romanelli

La giornata dei disturbi alimentari 2022

Sono tantissimi i programmi e le manifestazioni organizzati dalle varie associazioni e centri DCA sparsi in tutta Italia, e per questo motivo ho preparato una mappa delle città italiane che le ospitano!

Ecco nel dettaglio le iniziative del 15 Marzo 2022 regione per regione


15 Marzo 2022: le iniziative di BED LIONS per il #fiocchettolilla

Nel frattempo di scoprire la lista definitiva delle iniziative per il 15 Marzo (comprese le mancanti Abruzzo, Valle d’Aosta, Trentino e Basilicata), ti spiego cosa ho preparato io attraverso il mio progetto BED LIONS, ovvero il 1º Metodo e la 1º piattaforma online in Italia per la lotta contro i problemi alimentari:

RESTA SINTONIZZATO PER TUTTE LE NEWS SULLA GIORNATA NAZIONALE DEI DISTURBI ALIMENTARI, IL 15 MARZO 2022

Melania-Romanelli-coach-disturbi-alimentari-e-benessere-smile

*DISCLAIMER: Il materiale e le informazioni contenute nel presente sito sono state elaborate soltanto a scopo informativo: non devono essere considerate consulenza medica, né costituiscono una relazione medico-paziente, né una diagnosi o autodiagnosi. Pertanto, ogni decisione presa sulla base di queste indicazioni è personale: l’autrice e la proprietà non possono essere ritenuti responsabili dei risultati o delle conseguenze di un qualsiasi utilizzo o tentativo di utilizzo delle informazioni pubblicate su questo sito. La proprietà del sito e gli autori, inoltre, non si assumono alcuna responsabilità in caso di omissioni di informazioni, refusi o errori di trascrizione in qualsiasi dei contenuti pubblicati. La proprietà del sito si rende disponibile a correggere, migliorare e ampliare i contenuti e ad accogliere eventuali segnalazioni, al fine di offrire un servizio d’informazione sempre aggiornato e attendibile. Infine, il sito utilizza link personalizzati per tracciare gli acquisti derivati da promozioni o suggerimenti sul sito e sui social media. I link personalizzati aiutano a capire l’efficacia delle campagne di marketing. Quando il lettore fa acquisti attraverso tali link, l’autrice o la proprietà potrebbero ricevere una commissione.