significato-di-energia-melania-romanelli

INDICE

 

Tagliamo subito la testa al toro: quando si parla di “energia del corpo” non sempre ci si vede chiaro. Per la sua importanza ineguagliabile per la costruzione della nostra felicità, però, ho deciso che fosse arrivato il momento di affrontare questo argomento difficile proprio nel momento dell’anno che preferisco: da settembre fino alla fine dell’anno.

Si avvicina la fine dell’anno e in un attimo è tempo di fare bilanci. Almeno per me.

 

Perché mi sento infelice….

Non so perché ma a settembre cado in un buco nero che arriva fino a dicembre inoltrato. È come se una lente di ingrandimento gigante fosse puntata sulla mia testa e se dovessi per forza guardarmi attraverso questa lente, costretta a farlo da una forza invisibile e trasparente come nelle peggiori scene del film Arancia Meccanica. Eppure, adoro la fine dell’anno proprio per questo. Perché mi obbliga a guardarmi dentro e a spingermi sempre più avanti quando quello che vedo sotto la lente non mi piace.

Se ci pensiamo bene, una delle parole che usiamo più spesso è solitudine. “Mi sento solo” oppure “sono infelice perché sono solo”, sono espressioni all’ordine del giorno in questo periodo.

 

Se vi aggirate silenziosi tra la folla e se guardate un po’ più da vicino,

come diceva il film American Beauty,

vi sorprenderete a scoprire quanta infelicità vi circondi.

 

La vediamo sottoforma di strani fenomeni: pedoni che camminano veloci spingendo i passanti, clacson che suonano all’impazzata, file saltate con litigi annessi, discussioni al bar sulle ultime vicende dei politici corrotti, gossip sulla vita dei vicini di casa, insulti e grida online attraverso parole offensive. Chiamateli come volete, ma questi fenomeni gridano a loro volta una sola parola: STRESS. E lo stress, si sa, è parente stretto dell’infelicità cronica.

 

Un po’ è colpa dei social,

che hanno ingigantito l’opportunità di contatto

ma ridotto l’intensità delle connessioni.

 

Un po’ è colpa della nostra pigrizia nel fare il primo passo e ascoltare perdonando atteggiamenti e situazioni, un po’ ce la prendiamo con il destino avverso, la sfiga o addirittura con l’Universo che non ci dà mai quello che chiediamo.

Eppure, quello che ho capito io, è che la “colpevole” di tutto questo frastuono di emozioni negative è una cosa sola con nome di donna: ENERGIA.

 

Che cos’è l’Energia e perché da lei dipende la nostra felicità?

Appena pronunciata, la parola ENERGIA richiama a gran voce immagini strane, specie alle orecchie di chi non ha confidenza con lei: hippy, fricchettoni, sciroccati, fumatori incalliti ecc. La definizione di energia, poi, è molto difficile da dare, anche perché moltissime persone nel mondo vivono la propria vita ignorando completamente la sua esistenza. Ed è un fatto ancora più grave quando scopriamo come questo concetto sia fondamentale per il benessere corpo/ mente e per la nostra felicità.

Proprio perché è la legge che governa il mondo, invece, che l’Energia vitale è importantissima per vivere una vita piena – una Vita Amplificata, per usare la mia espressione – lontana da inutili stress e ansie represse.

Ma che cos’è questa Energia? Visto che è così difficile da spiegare, dunque, voglio utilizzare alcune descrizioni terra terra per cercare di essere il più chiara possibile, una sorta di elenco pratico in cui ogni azione conosciuta è sinonimo di energia. Perché l’energia è ovunque, fa parte di noi e del mondo che ci circonda, e non andrà mai via.

 

L’energia, definizione semplice:

  • quella sensazione di malessere quando entriamo in una stanza e sembra che tutti ci stiano osservando;
  • quel disagio quando siamo vicini ad una persona in particolare;
  • quella sensazione di pesantezza sul petto quando dobbiamo fare qualcosa controvoglia;
  • quel tono aggressivo quando rispondiamo a qualcuno che ci crea ansia;
  • il motivo per il quale spesso le persone ci allontanano (già, è colpa nostra il 90% delle volte);
  • quel brivido quando ci si drizzano i peli sulle braccia;
  • quella strana connessione che avvertiamo in presenza del mare, della montagna o di un getto d’acqua;
  • quella vibrazione del corpo quando incontriamo, anche solo per la prima volta, una persona che ci piace “a pelle”;
  • quel tuffo al cuore quando incrociamo gli occhi di uno sconosciuto e ce ne innamoriamo;
  • quel tonfo sordo quando lasciamo andare qualcosa o qualcuno;
  • quel momento in cui ci svegliamo e ci sentiamo vivi;
  • quando camminiamo tre metri sopra il cielo;
  • quando ci sentiamo attraenti (e in effetti tutti ci corrono dietro).         

 

energia2-melaniaromanelli

 

Come funziona l’Energia e come controllarla a nostro favore.

L’Energia, insomma, è tutto ciò che sfugge dalla nostra comprensione ma che governa il nostro corpo anche quando non capiamo cosa gli accade a livello razionale. Possiamo sentirla, viverla, non comprenderla, ma accade e non possiamo farci nulla a livello cerebrale.

 

È la nostra fisicità che si ribella, piange, si inalbera,

si irrigidisce, genera dolore, si espande, si apre,

si rilassa, si distende, si commuove, genera serenità, crea vita.

 

L’Energia è trasmissione pura di una vibrazione al mondo, alle altre persone, a noi stessi, alla natura, involontariamente e senza che ce ne accorgiamo.

E succede che, proprio perché esula dal nostro controllo, a volte trasmettiamo all’esterno di noi il nostro malessere interiore e fisico senza volerlo… con il risultato che allontaniamo la felicità.

Ci avete fatto caso che quando siete irascibili o irritati o anche antipatici nessuno vi si avvicina? E fin qui è chiaro il perché. Più complicato comprendere il motivo per il quale siamo soli quando “siamo convinti” di essere aperti all’altro ma le persone comunque non ci si avvicinano. Tutto ciò succede, dunque, proprio perché le nostre vibrazioni energetiche sono incapaci di mentire, come invece facciamo a noi stessi, e si rivelano per quello che sono.

A livello di dimensione di energia, energia alta attrae energia alta. Così come energia bassa attrae energia bassa.

Ecco perché anche quando diciamo qualcosa di positivo ma la nostra energia è tutt’altro che su di giri le persone se ne accorgono. Non mente ed è CRISTALLINA.

Ok, Melania… ora che abbiamo capito cosa vuol dire energia, come funziona tutto questo? E, soprattutto, possiamo controllarla?

Certo che sì! Anzi, è proprio questo il famoso segreto della felicità: lavorare la nostra energia del corpo, controllarla, e trasmettere all’esterno solo vibrazioni alte (High Vibrations). Solo così possiamo attrarre la felicità che desideriamo! Ma torniamo a noi e al funzionamento dell’Energia vitale partendo da uno studio importantissimo: i quanti di energia.

 

La meccanica quantistica: tra neuroscienza, psicologia e esperienza

Per capire come funziona l’energia e come si può controllarla a nostro favore bisogna tornare indietro ad una delle teorie più famose che hanno dato il via allo studio dell’energia e della definizione moderna di energia in fisica: la MECCANICA QUANTISTICA (o fisica quantistica o anche detta teoria dei quanti).

Tutto ha inizio con la nascita nel 20 secolo della fisica moderna.

La fisica moderna, contrapposta alla fisica tradizionale, studia la realtà a livello di particelle, che prendono vita e cambiano forma quando vengono osservate e che, dunque, possono modificarsi in maniere differenti e in una serie infinita di possibilità.

Non solo: secondo la fisica quantistica, tutte le particelle subatomiche sono collegate tra di loro in maniera non locale, quindi anche a distanza notevole le une dalle altre. Vale a dire che due forze attratte tra loro “risuonano”, si connettono e si modificano anche a distanza.

Seguendo la scia della “vibrazione cosmica”, dunque, ognuno di noi è capace di influenzare l’intera collettività. Non importa dove ti trovi geograficamente: la vibrazione che sei in grado di trasmettere a livello energetico può arrivare a distanze inconcepibili e si propaga come un’onda dalla forza incredibile. 

Vibrazioni simili vibrano insieme e si attraggono, a prescindere dai chilometri di distanza.

Senza entrare troppo nei dettagli (per i quali vi rimando ai testi di Gregg Braden, uno dei primi che si occupò di fisica quantica), diciamo solo che i fenomeni fisici, per i quali ci si aspetta una risposta certa e solo una, possono variare a seconda del contesto e dell’introduzione di elementi esterni. Come dire: la realtà e le vibrazioni di particelle esterne possono variare un determinato fenomeno fisico. Parlando ancora più semplicemente: con la nostra energia possiamo determinare la realtà che ci circonda. Stupefacente, no?

 

Secondo questa teoria, dunque, siamo noi stessi capaci di creare la realtà

attraendo a livello di particelle energetiche

ciò che vogliamo per la nostra vita.

La realtà, dunque, risulterebbe elastica e malleabile!

 

lawofattraction2-melaniaromanelli

 

Attraiamo quello che è già nostro, ma che per un motivo o per un altro al momento è distante da noi. Possiamo richiamare a noi ciò che già ci appartiene.

Non è una idea incredibile che ribalta in un sol colpo tutte le nostre credenze sul destino, il determinismo e anche sulla famosa sfiga?

Come vedete, la meccanica quantistica ha generato nuove aperture, più filosofiche e spirituali che fisiche, come del resto è da considerarsi la nostra energia (e anche la nostra anima, visto che la fisica quantistica è una delle prime scienze a giustificare l’esistenza dell’anima). Spirito immateriale ma tremendamente reale. Come un calesse condotto da cavalli invisibili al mondo materiale ma presenti solo a livello del subconscio.

Detto questo, però, voglio focalizzarmi proprio su uno dei concetti più importanti in materia, ovvero la possibilità di attrarre e “creare la vita dei nostri sogni” con un semplice lavoro sulla nostra mente e la nostra energia. “Crea la Tua Vita Amplificata” non solo è possibile, ma ha delle regole ben precise!

E qui entra in gioco la Legge dell’Attrazione.

 

Come funziona la Legge dell’Attrazione

Tutti noi abbiamo sentito parlare della legge dell’attrazione.

“Se vuoi qualcosa nella tua vita basta desiderarlo ardentemente e verrà da te!”

“Basta visualizzarlo e sarà tuo!”

“Comportati come se fosse già tuo e arriverà!”

E tutti abbiamo ascoltato queste frasi dette da decine di maestri spirituali, guru e coach energetici in giro per il mondo… Eppure, molti ci hanno lasciato vagare nello scetticismo o sbaglio?

Quanti di voi hanno provato a dialogare con l’Universo per poi ricevere un “visualizzato ma non risponde?”.

Eppure, lo voglio dire qui, ora e a gran voce: la legge dell’attrazione funziona! E se ben utilizzata può diventare un’alleata vincente per la nostra crescita personale e per raggiungere la felicità che sogniamo ogni giorno.

Ecco perché è necessario ancora di più oggi parlare della legge di attrazione.

Nello specifico voglio focalizzarmi su questi punti:

  • Che cos’è la legge di attrazione?
  • Legge di attrazione: funziona?
  • Il potere dell’Entanglement
  • Ask, believe, receive: CCR (chiedi, credi, ricevi)
  • Il potere della visualizzazione: Feel and Manifesting (Senti e Manifesta la tua vita)

Per capire meglio come usare la legge di attrazione nella nostra vita e nella quotidianità di tutti i giorni (quanti tentano il binomio legge di attrazione e amore, utilizzando il potere della legge di attrazione per conquistare un uomo?) vi rimando al mio approfondimento.

Intanto vi spiego quando la legge di attrazione non funziona e come, invece, si può ribaltare questa situazione scoprendone il segreto e i meccanismi per attrarre positività e utilizzarla a nostro favore.

Iniziamo con un idea basilare che rimanda al discorso sul concetto di energia e sulle trasformazioni energetiche: simile attrae simile. Le frequenze energetiche simili sono attratte le une alle altre e le anime che si trovano nello stesso momento di consapevolezza e intelligenza emotiva risuonano insieme e si avvicinano.

Ecco perché la nostra energia può determinare la nostra realtà, perché con lei siamo capaci di attirare a noi persone con la stessa risonanza emotiva e cose e eventi sulla nostra stessa frequenza energetica. Se siamo sempre focalizzati sulle cose negative, dunque, attraiamo negatività intorno a noi, confermando il nostro pessimismo all’infinito. In altre parole, quando diciamo “non riesco a guadagnare abbastanza denaro” ci sintonizziamo su un polo negativo e con bassa frequenza energetica, dando un segnale all’Universo che sì, effettivamente dentro di noi crediamo di non riuscire a guadagnare abbastanza denaro. Con il risultato di ottenere esattamente ciò che abbiamo detto ad alta voce: no money! niente soldi!

 

Quando la Legge dell’Attrazione non funziona…

Ciò che trovo interessante perché l’ho provato sulla mia pelle, però, è quando affermiamo un desiderio in positivo e questo poi non si avvera. Ovvero quando la legge di attrazione non funziona. È capitato a tutti: desideriamo qualcosa, pensiamo di dialogare con l’Universo (o Dio o la Sorgente, a seconda di come lo vogliamo chiamare), lo diciamo ad altra voce e… NON SUCCEDE NULLA!

Come mai? Dopo estenuanti e frustranti prove e riflessioni, e confronti con diversi coach energetici, sono finalmente giunta alla soluzione guardando il famoso film The Secret di Rhonda Byrne e Drew Heriot (ve lo consiglio, per capire le basi di come funziona il meccanismo della legge di attrazione), che ha dato il via alla diffusione globale di questo pensiero.

La legge di attrazione funziona quando chiediamo qualcosa e

CREDIAMO DENTRO DI NOI che verrà davvero.

Non basta solo pronunciarlo

(e poi sotto sotto pensiamo che sia comunque una sciocchezza):

dobbiamo SENTIRLO.

 

Sentire che quello che vogliamo può davvero accadere è NECESSARIO affinché la legge di attrazione funzioni. Quando facciamo una richiesta all’Universo non dobbiamo solo concentrarci su ciò che non abbiamo ma su ciò che vogliamo.

Questo è il segreto della legge di attrazione: tutto dipende dai nostri pensieri e dalle nostre emozioni viscerali, non dalla sfiga o dai nostri geni. Dobbiamo essere convinti che qualcosa ci appartenga per farla arrivare da noi senza stupirci troppo. Quello che permette alla legge dell’attrazione di funzionare non sono i pensieri e le parole pronunciate ad alta voce circa i nostri desideri ma l’emozione associata ad essi.

La sensazione e l’emozione, dunque,

come centro della legge dell’attrazione.

Vivi e pensa e SENTI come se già lo avessi.

E arriverà.

 

Credi dentro di te a livello di sensazione che le cose che vuoi possono accadere e arriveranno! Come? Per approfondire le tecniche e scoprire il segreto della legge di attrazione, ecco qui la guida definitiva sulla legge di attrazione universale.

leggediattrazione-melaniaromanelli

 

La nuova legge di attrazione: la legge della sintonia

Alcune nuove teorie in campo di trasformazioni energetiche hanno “superato” la legge dell’attrazione ipotizzando un nuovo scenario, che si discosta in realtà solo per alcune piccole sfumature. Una “nuova” legge dell’attrazione che mette in campo l’idea della possibilità di scelta.

Di fronte alla realizzazione di un desiderio, in pratica, abbiamo due scelte: o scegliamo di sintonizzarci su una frequenza alta o, viceversa, ci “accontentiamo” sintonizzandoci su una frequenza più bassa. È una scelta precisa, che genera una conseguenza diretta altrettanto precisa.

Secondo la legge della sintonia, dunque, la realtà risponde ai nostri desideri a livello di sintonizzazioni di energia. Se ci sintonizziamo dove vogliamo noi, soprattutto scegliendo la soluzione ottimale, possiamo attrarre ciò che desideriamo. Se mi sintonizzo sulla emozione con bassa frequenza, al contrario, la realtà viene creata dalla nostra stessa energia “dimessa”. È come quando cerchiamo il parcheggio più vicino: se ci sintonizziamo sulla migliore delle ipotesi (trovare parcheggio sotto casa) automaticamente la realtà “risponde” alla nostra sintonia dandoci ciò che vogliamo, ovvero il posto più vicino al portone.

È una questione di programmazione mentale. Tornando un attimo alla meccanica dei quanti, in definitiva, più è forte il nostro desiderio di sintonizzazione e più possiamo spostarci sulle linee di realtà lontane da noi, attraendo con le nostre molecole energetiche quello che vogliamo.

Questi ragionamenti possono sembrare campati in aria ai più ma, se ci pensiamo bene, non possiamo non provare. È in gioco la nostra felicità. E vale la pena provare di tutto per tornare ad essere felici, no?

 

Voglia di felicità: quando la felicità dipende da noi

“Voglio essere felice”

“Non riesco ad essere felice”

“Come devo fare per essere felice”

“Dove si trova la felicità?”

Quante volte abbiamo sentito le persone intorno a noi porsi o porci una domanda del genere. “Come raggiungere la felicità”, infatti, è una domanda universale, un desiderio primordiale al quale è difficile dare una soluzione immediata. Difficile, ma non impossibile. Sul concetto di felicità, infatti, sono in molti a scrivere oggi, mentre fiumi di inchiostro sono stati versati da poeti e scrittori circa questo tema importantissimo per impostare il nostro benessere fisico e spirituale.

Ciò che ci interessa ora, comunque, è legare il concetto di felicità all’energia, ovvero come lavorare la nostra energia e organizzare la ricerca della felicità per essere felici una volta per tutte.

Anche in questo caso, è tutta una questione di allenamento. Allenare la felicità, infatti, è il passo successivo al lavoro sulla legge dell’attrazione: quando capiamo che la legge dell’attrazione funziona perché noi siamo impostati a chiedere, sentire di avere già ciò che vogliamo, e ricevere con gratitudine, infatti, a quel punto non possiamo non fare nostra la convinzione che la felicita dipende da noi.

E lo ripeto, per fare in modo che possa entrarti in testa: la felicità dipende da te.

La felicità dipende dalla qualità dei pensieri, dal nostro desiderio di pensare positivo – anzi come piace dire a me, di vivere in positivo – e anche da quanto crediamo alla legge di attrazione per realizzare i nostri desideri.

E anche se a volte vogliamo dare la colpa agli altri per quello che ci succede, o al destino avverso o alla benemerita sfiga – perché è indubbiamente più comodo così – cercare la felicità è un’assunzione di responsabilità. Il diritto alla felicità, in definitiva, è la conquista che dobbiamo scegliere ogni giorno. È un lavoro, ma lavorando sodo i risultati arrivano. Se vuoi approfondire l’argomento, contattami per uno stile di vita amplificato da costruire insieme!

 

tornareadesserefelici-melaniaromanelli

Olismo energetico: crea la tua vita amplificata per tornare ad essere felice

Bene! Siamo arrivati alla fine di questo lungo ma importante articolo sul concetto di Energia e sulla capacità di creare la nostra vita attraendo a noi ciò che desideriamo più di tutto. “Crea la tua vita amplificata” è, infatti, proprio il concetto per il quale mi batto! 

Sono convinta che il motto “crea la tua vita amplificata” sia tremendamente attuale e sia possibile, mettendo da parte le nostre paure e combattendo contro il nostro Ego e le nostre convinzioni più profonde. Il coraggio di cambiare, che a volte ci sembra così difficile da trovare, così come la consapevolezza di poter trasformare il nostro destino, sono a portata di mano. Basta eliminare i blocchi che nascono da tanti fattori e che coinvolgono la famiglia, la società e, soprattutto, anche la nostra mente e il giudizio che abbiamo di noi stessi. E abbracciare con tutta la forza che abbiamo dentro di noi la nostra crescita personale a livello olistico, coinvolgendo emozioni, sensazioni, routine, disciplina, motivazione, relazioni, carriera e spiritualità.

In conclusione. Esistono due livelli di relazione con il mondo esterno che ci consentono di allontanare o attrarre la felicità a seconda di come impostiamo la nostra mente e le nostre onde energetiche: il primo impostato sulla paura, sintonizzato su basse frequenze che ci mantengono ancorati al nostro mondo solito impedendoci scoprire nuovi percorsi; il secondo impostato su amore e gratitudine, che ampliano l’orizzonte visivo ed emotivo, aprendo le nostre frequenze al regno del possibile, del positivo, della connessione con l’Universo.

La nostra energia, in definitiva, dipende dal fatto se decidiamo o meno di vivere la nostra vita seguendo una di queste due strade.

Come nel film Sliding Doors, spetta a noi la scelta. E le conseguenze sono irreversibili.

Anche se non è semplice ed è una guerra vissuta ogni giorno sul filo della sanità mentale, della motivazione e della crescita personale, io ho deciso di vivere la mia vita seguendo la strada dell’amore. Non nego che sia una battaglia quotidiana combattuta con tante forze che mi spingono nella direzione opposta all’amore: stress, rabbia, soprusi, invidia. 

È dura, è complicata,

richiede molto coraggio e impegno,

ma ha un prezzo che non ha eguali:

la felicità in questa vita.

 

Vuoi cambiare anche tu il corso della tua vita lavorando la luce e l’energia e migliorando la realtà intorno a te? Segui il flusso energetico del mio blog e scopri come fare! 

“Crea la tua vita amplificata”…e buona energia!

 

logo-Melania-Romanelli

Sharing is Caring 😀

Di 6pcet

 Melania Romanelli, scrittrice, blogger e personal coach. Nel 2017 ha pubblicato su Amazon il romanzo “Spero Tutto Bene: un viaggio alla ricerca della felicità è sempre un ritorno a casa”. Blogger e Content Creator presso www.melaniaromanelli.com, personal coach sui temi di crescita personale, olismo energetico, spiritualità, disciplina e routine. Nel 2019 ha creato il programma "BED LIONS: come guarire dal Binge Eating Disorder”, per aiutare tutte le persone che soffrono del disturbo alimentare Binge Eating a guarire facendo appello alla propria forza interiore. Vive tra Canarie, Spagna e Italia. Per saperne di più: www.melaniaromanelli.com. Scopri di più su Melania!

4 pensiero su “IL SIGNIFICATO DI ENERGIA: essenziale per vivere felici”
    1. Sono Paola trent’anni per uscire da trauma cranico e morte. L evoluzione non e facile. Io ho viaggiato nei miei ricordi. Stando in casa mia perché avevo problemi seri. Sono stata fedele a me stessa amando il male. Da quello che ho compreso il viaggio si fa una volta. Dopo la trasformazione nessuno vive bene. Per tutelare gli altri ho sofferto io mentre sono stata derisa ed umiliata. Io ho capito che noi siamo sopportati poco. Sempre guardato. Io non credo a molte cose. Mi limito a vivere una vita basata sul poco perché i soldi sono pochi. Il lavoro non arriva perché nessuno ti aiuta. Io so di essere rimasta fregata dalla vita e dalla morte senza colpa. E difficile da tollerare. I miei affetti sono stati le pareti di casa sola chiusa in casa trent’anni senza nessuna possibilità di vita. Noi siamo rovinati paura di ammalarci e non sapere come risolvere. Io ho avuto un fermo perché a trent’anni e difficile accettare di morire. In mano poi non rimane nulla. Desiderio di farla finita sempre. Nessuno crede al nostro dolore e impossibilità a procedere e vivere bene. se non raggiungi il successo sei uno schifo. Anche se sei una brava persona. Ciao

      1. Ciao Paola, purtroppo la vita ci mette di fronte a delle sfide infinite. E lo ammetto, qualcuno viene colpito più di altri. Ma se c’è una cosa che ho imparato dalle sofferenze è che non possiamo aspettare la redenzione in virtù degli altri, né qualcuno che ci prenda per mano per risollevarci. Spetta sempre e solo a NOI! Tu Paola sei una persona dolce, si vede, ma la tua energia sta volando bassa. Ma non arrenderti… MAI! Perché come toglie la vita DÀ!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *