thesecretilfilm-melaniaromanelli

Indice:

leggediattrazione-melaniaromanelli

Attrazione e felicità

Life isn’t about finding yourself, life is about creating yourself

(George Bernard Show)

Era il 1800 quando il filosofo George Bernard Show pronunciò questa frase. Il concetto di legge dell’attrazione e, soprattutto, le preoccupazioni e il dibattito se la legge di attrazione funziona davvero, non si erano ancora diffuse come lo hanno fatto oggi, così come l’idea di attrarre a noi le cose che vogliamo con la sola forza del pensiero era inconcepibile all’epoca.

Se ci pensiamo bene, infatti, questo concetto non è mai stato così urgente come il momento che stiamo vivendo: la crisi economica, che ci ha costretto a ripensare le regole del gioco lavorative, si è presto trasformata in una crisi di identità generazionale nella quale i sogni, i desideri e le aspirazioni di molti hanno crashato di fronte alla cruda realtà. Non tutto quello che sogniamo si può realizzare e non tutto ciò che abbiamo sempre pensato di diventare è una possibilità tangibile. La ricerca della felicità si è trasformata in una lotta alla sopravvivenza dove il significato di felicità stesso ha perso completamente definizione. Quanti di noi ci ripetiamo che “la felicità non esiste”, chiedendoci: “senza stabilità come si può essere felici?”.

Raggiungere la felicità, insomma, è diventata una chimera. Questa, almeno, la convinzione che è passata.

“Sei fortunato se hai un lavoro a tempo indeterminato”

“Occhio a fare i conti con la realtà”

“È ora di crescere”

“È normale non essere felici…”

Ma siamo davvero sicuri sia così? Trovare la felicità è una sfida da rinunciare in partenza? Davvero, in definitiva, dobbiamo accantonare i nostri sogni?

Io credo che la frase di Bernard Show sia la frase più rivoluzionaria di sempre… e ancora più rivoluzionaria nel tempo presente che stiamo vivendo. Perché ci chiama al dovere, perché non ci lascia l’opzione di prendercela con il mondo intero se non riusciamo ad agguantare quello che ci siamo prefissati. Perché fa appello al nostro personale principio di responsabilità.

La nostra vita, quella che abbiamo sempre sognato, è nelle nostre mani.

Così come ricercare salute e benessere o lottare per acciuffare attimi di felicità è un impegno all’azione diretta. Punto. Senza possibilità di sbagliarci o mandare al diavolo tutto. È scomodo ma è davvero così. E l’ho capito sulla mia pelle.

Figuriamoci oggi con i social network e con le infinite possibilità della rete, quando il mondo sta risvegliando le proprie coscienze e sta portando per mano le persone a ribellarsi al prestabilito, al convenzionale, al certo.

Oggi la legge dell’attrazione è un concetto conosciuto, tanto che molti healer, molti comunicatori e life coach la utilizzano per spiegare il potere della nostra mente nel creare la nostra felicità.

La felicità, a prescindere dai discorsi dei più, è una chimera che tutti noi abbiamo in testa, l’obiettivo ultimo per il quale vale la pena vivere su questa terra. Tutti noi vogliamo essere felici e tutti noi saremmo disposti a tutto per esserlo.

Davvero la legge di attrazione, dunque, è nelle nostre mani? Davvero possiamo essere felici lavorando sui nostri pensieri?

Assolutamente  sì! E anche se in qualcuno regna lo scetticismo, il prezzo da pagare è troppo importante per non provare: lo stato di felicita ideale! La felicità è possibile, e dipende da noi!

Come funziona esattamente la legge di attrazione? Per capire questo concetto dobbiamo tornare indietro ai quanti di energia e ad una breve introduzione alla fisica quantistica.

 

La fisica moderna e il potere dell’entanglement

Nei primi anni del 20° secolo nel mondo della scienza si sviluppano un gruppo di teorie dette meccanica quantistica (o fisica quantistica, le due espressioni sono spesso utilizzate come sinonimi), in contrapposizione alla fisica classica. La rivoluzione quantistica – così come spesso viene chiamata – mette in scena una serie di teorie legate a riflessioni che esulano dalla mera fisica delle particelle e che si riversano sulla crescita personale, sulla spiritualità, sui concetti di cuori gemelli, sul binomio fisica quantistica e anima (sì, la teoria dei quanti è riuscita a teorizzare anche l’esistenza dell’anima) e anche sul “vivere in positivo” attraendo a sé le cose che più si desiderano. Ma vediamo di capire meglio.

Seguendo una linea di ragionamento di fisica quantistica spiegata in modo semplice, la realtà può prendere vita e forma nel momento in cui viene “osservata”. Se soggetta ad osservazione, dunque, la realtà crea un insieme di particelle, dette appunto quanti, il cui movimento può essere imprevedibile e variare a seconda di come esso viene sottoposto a stimoli esterni.

In pratica, se la fisica classica si era concentrata sui moti certi e sulle previsioni certe di determinati eventi, con la teoria quantistica e la fisica dei quanti – dette anche fisica moderna-  la realtà viene completamente ribaltata. Non si tratta di follie visionarie quanto di una semplice regola: gli oggetti e la materia sono composti di particelle che reagiscono a sollecitazioni esterne. Solo osservando, in definitiva, siamo in grado di alterare il risultato di un movimento atomico cambiando la realtà di ciò che vediamo.

Il moto rivoluzionario di tale “effetto osservatore in fisica quantistica”, come è facile prevedere, si estende anche a livello concettuale e filosofico, tanto che molti studiosi e scienziati iniziarono a parlare di realtà “flessibile” e “malleabile”: tutto ciò che la mente umana percepisce non sarebbe altro che una sua creazione.

Continuando con la teoria, il pensiero quantico, se potenziato correttamente, diventerebbe il mezzo più potente che abbiamo per creare la realtà che ci circonda.

meccanicaquantistica-melaniaromanelli

 

Per tornare alla frase di Bernard Show, dunque, la vita non è altro che una creazione dell’uomo e chiunque può sviluppare questa capacità mentale e spirituale di guidare ciò che vivrà in futuro, attirare una persona con la forza del pensiero (sono in molti ad esempio a cercare di capire come applicare la legge di attrazione in amore), e “generare” concretamente esperienze ed eventi. È un potere immenso che varia a seconda di come la propria energia viene utilizzata e che richiama la capacità di ognuno di noi di attrarre a sé (da qui la dicitura “legge di attrazione universale”) ciò che desidera ardentemente.

Ecco, in breve, cos’è la fisica dei quanti e ciò che ci permette di sapere:

  • Niente è certo, ma tutto è probabile e possibile
  • Ciò che porta una cosa a manifestarsi è l’osservazione/interazione con il fenomeno
  • È impossibile separare un sistema dal suo osservatore, che ne diventa la causa scatenante e il creatore
  • La coscienza quantica e la mente umana sono realtà fisiche connesse alla realtà esterna
  • Un insieme di particelle di materia può condizionare e “richiamare” il comportamento di un altro insieme di particelle di materia anche a distanza nello spazio (legge di non località quantistica o entanglement)

È chiaro che espressioni a me care come “crea la tua vita amplificata” assumono tutto un altro sapore, no? E non solo. Ciò che trovo più sconvolgente riguardo queste affascinanti teorie (comprovate anche nella pratica fisica con la costruzione di oggetti quali i dispositivi laser o i navigatori satellitari ecc.) è proprio l’ultimo punto: il principio dell’entanglement.

L’entanglement quantico

Con l’entanglement, infatti, la teoria fa – è proprio il caso di dirlo – un salto ancora più in là.

Secondo la meccanica quantistica, infatti, due particelle di energia distanti anche migliaia di chilometri tra loro possono “parlarsi” nello stesso momento e comunicare a distanza. Questo principio di non località quantistica fa sì che due realtà lontane possano attrarsi e riavvicinarsi. Addirittura, secondo la teoria, non si tratterebbe di due realtà distinte quanto di una stessa realtà presente in luoghi differenti.

Ecco perché il pensiero quantistico è così importante per la legge dell’attrazione: perché mette in scena la possibilità di richiamare a noi ciò che ci appartiene. Perché è parte di noi in quanto materia separata solo dallo spazio tempo quantistico ma energicamente risonante.

 

Che cos’è la legge di attrazione e come funziona?

Che cos’è allora esattamente la legge di attrazione universale? Secondo questa semplice teoria attraiamo a noi ciò che desideriamo ardentemente.

Nella nostra vita la nostra materia energetica funge da magnete naturale che attrae a sé ciò sul quale ci concentriamo. È una questione di spostamento di energia. Così come i magneti, quanta più energia positiva mettiamo nel pensare ardentemente e frequentemente ad una cosa tanto più quella cosa è capace di manifestarsi a noi.

Secondo la legge di attrazione “like attracts like” e “high energy attracts high energy”, ovvero l’energia risponde, attrae e risuona con energia simile, proprio perché è parte di una materia indivisibile. Questo ragionamento, del resto, funziona anche al contrario: la cattiva energia attrae a noi cattiva energia.

L’idea base della teoria, dunque, rimanda al discorso sul concetto di energia e sulle trasformazioni energetichesimile attrae simile. Le frequenze energetiche simili sono attratte le une alle altre e le anime che si trovano nello stesso momento di consapevolezza e intelligenza emotiva risuonano insieme e si avvicinano.

Il binomio legge di attrazione e amore, poi, è uno dei più ricercati e materia di discussione online e offline, specie quando si cerca di comprendere come applicare la legge di attrazione per conquistare un uomo. Anche in questo caso, la nostra energia può determinare la nostra realtà sentimentale, perché con lei siamo capaci di attirare a noi persone con la stessa risonanza emotiva e cose e eventi sulla nostra stessa frequenza energetica. L’energia positiva nel desiderare una persona attrae energia positiva e il pensiero positivo è proprio ciò che ci permette di trovare l’amore.

Ci avete fatto caso che quando non ci sentiamo al top e vediamo nero nessuno ci si avvicina veramente? Del resto, se pensiamo a noi stessi, quanto siamo in grado di sopportare una persona sempre negativa, pessimista e vittima?

Se siamo sempre focalizzati sulle cose negative, dunque, attraiamo negatività intorno a noi, confermando il nostro pessimismo all’infinito. In altre parole, quando diciamo “non riesco a guadagnare abbastanza denaro” ci sintonizziamo su un polo negativo e con bassa frequenza energetica, dando un segnale all’Universo che sì, effettivamente dentro di noi crediamo di riuscire a guadagnare abbastanza denaro. Con il risultato di ottenere esattamente ciò che abbiamo detto ad alta voce: no money! niente soldi!

Come si dialoga con l’Universo e come si lavora per attrarre positività? Concentrandoci sulle alte vibrazioni energetiche. La tua mente chiede e l’Universo dà.

Prima di vedere come funziona il meccanismo della legge di attrazione, però, una considerazione sul perché a volte tale legge di attrazione non funziona. E parlo per esperienza personale.

lawofattraction-melaniaromanelli2

 

Quando la legge di attrazione non funziona…

Ad un certo punto della mia vita avevo tutto ciò che una donna poteva desiderare (per lo meno nel sentimento comune): un lavoro stabile, una casa, un compagno, un giro giusto di amicizie. Eppure, passavo intere notti nel letto a pensare e ore in bagno a piangere. C’era qualcosa che non andava.

Ero infelice, perché forse mi stavo accontentando. Non sapevo ancora cosa davvero mi frullasse per la testa ma decisi di buttare tutto all’aria. In un colpo solo ho lasciato fidanzato, casa, lavoro e persino città. Avevo bisogno di ripartire da zero. Presto però ho iniziato a domandarmi con chi potevo prendermela. Colpa mia? Colpa della sfortuna? Colpa dell’Universo. Che cos’era poi esattamente questo Universo?

Mi sono messa a fare la cosa che faccio sempre in questi casi da quando sono adolescente: mi sono buttata sullo studio. Ho saccheggiato Amazon, facendo fiumi di ricerche su libri e film, e ho letto e riletto fino all’esasperazione pagine web alla ricerca di risposte dalla rete da buona nerd quale sono.

E ho capito che la gran parte dei guru e dei mental coach, da qualsiasi posto nel mondo arrivassero o parlassero, diceva sempre stessa cosa: “Se ci credi succede”, oppure l’evergreen “Chiedi e ti sarà dato” (Ask and It Is Given di Esther Hicks and Jerry Hicks è un importante libro che fonda le sue radici proprio sul concetto della forza di attrazione mentale, così come Un corso in miracoli… ve li consiglio entrambi).

Ecco come ho iniziato a sperimentare. Scrivevo, prendevo appunti, svisceravo le zone più recondite della mia mente nel tentativo di comprendere cosa volessi realmente. Lo mettevo nero su bianco per comprendere una volta per tutte come pensare positivo, come dialogare con l’Universo e come cercare la chiave suprema per sviluppare la mia forza di attrazione.

Eppure… non stava funzionando. Ero sempre sola e infelice, l’autostima bassa era una mia fedele compagna e me la prendevo proprio con chi volevo mi ascoltasse: con l’Universo! Tolta la frustrazione iniziale e facendo appello alla mia immancabile resilienza, comunque, ho iniziato a chiedermi come mai. La legge di attrazione funziona o non funziona con me? Non sarà colpa delle mie emozioni distruttive e della mia cronica incapacità di credere che anche io merito attimi di felicità?

Sono sicura che tanti di voi ci hanno provato e scommetto che per tanti di voi la legge di attrazione non ha funzionato. E se non avete capito il motivo beh, ci sono io apposta!

Il perché è racchiuso in uno dei capisaldi della legge dell’attrazione: The Secret il film.

 

The Secret il film

Eravamo rimasti alle mie croniche sconfitte nel capire i meccanismi dell’Universo, quando un bel giorno, cercando e cercando, ho scoperto The Secret, il film di Rhonda Byrne considerato uno dei principali artefici della diffusione globale del concetto di legge di attrazione universale.

thesecretilfilm-melaniaromanelli

Quello che Il Segreto di Rhonda Byrne (e prima ancora il libro La legge di attrazione di Esther Hicks) rivendica, infatti, è qualcosa di mai spiegato prima: il dualismo potere della mente vs. potere del corpo. Ma andiamo con ordine.

Il Segreto il film inizia come i film di avventura: una teoria della cospirazione.

Una cerchia ristretta di illuminati tenta di tenere un segreto dalle masse, un segreto che se rivelato potrebbe cambiare completamente la concezione del mondo. Si tratta dei più grandi scienziati, scrittori, uomini di cultura, imprenditori, sociologi, politici mondiali, ognuno con le proprie vite e ognuno a conoscenza di una verità che non può essere rivelata con leggerezza.

La legge dell’attrazione parla chiaro: “thoughts become things”, i pensieri diventano cose. E anche se non ce ne accorgiamo, quando pensiamo compulsivamente a qualcosa – pur dicendo il contrario – in realtà è il nostro cuore che guida l’emozione nascosta dietro ai pensieri.

Ecco il motivo del dualismo mente vs. corpo ed ecco perché a volte, anche se detti ad alta voce, i nostri desideri non si materializzano: non si tratta di pensare ma di SENTIRE.     

Questo, dunque, il principale il segreto della legge di attrazione, il segreto dentro Il Segreto il film. È una questione di riprogrammare il subconscio e riportarlo a credere con le emozioni. Di gestire più che i pensieri le nostre emozioni primarie.

Ecco perché con me la legge di attrazione non funziona:

troppo concentrata sulle COSE CHE NON AVEVO

e non sulle COSE CHE VOLEVO.

Erano solo frasi le mie richieste all’Universo,

non sensazioni, non emozioni.

Anche se le chiedevo, le cose che volevo non le sentivo mai veramente mie. Come se io stessa non potessi credere che sarebbero avvenute. E se non ci credevo nemmeno io, come poteva crederci l’Universo? In poche parole: mi stavo auto-sabotando.

Grazie alla visione del film Il Segreto, invece, ho scoperto il potere del NON e ho scoperto piacevolmente che sì, The Secret funziona davvero! Ecco perché il Segreto è rimasto gelosamente custodito per molti anni! Troppi, anche se finalmente le cose stanno cambiando.

L’Universo risponde a ciò che diciamo noi, alle nostre affermazioni. Se diciamo all’Universo che NON riusciamo a guadagnare tanti soldi l’Universo si concentrerà su quel NON prendendolo per buono. Se gli diciamo che NON riusciamo ad uscire da una situazione debitoria, allora l’Universo non risolverà i nostri debiti.

E questo vale in tutti i campi nei quali inseguiamo il benessere emotivo:

  • Salute
  • Relazioni
  • Lavoro
  • Amore

È un processo infinito, che va avanti e che non possiamo fermare. Ecco perché ci vuole un lavoro su noi stessi, sulle nostre paure, sui nostri traumi del passato, che dobbiamo risolvere e chiudere. Ed ecco perché richiede un grande sforzo per mettere in campo tutta la positività che abbiamo in corpo, per poterci finalmente concentrare su ciò che VOGLIAMO e che siamo CERTI di volere (eliminando il NON dalla nostra mente) e capire come usare la legge di attrazione al meglio delle nostre possibilità.

Energy flows where the attention goes

L’energia fluisce dove va l’attenzione. Questa la chiave della legge di attrazione. Ero infelice e chiedevo maldestramente di tutto – una relazione serena, un ingresso economico stabile ecc. – anche se dentro di me sapevo che tutto sommato non sarebbe stato possibile. Davvero posso fidarmi di chi mi dice che se ci credo davvero può accadere? Il “chiedi e ti sarà dato” è una legge universale? Non mi restava altro che fare una cosa: tentare anche quest’ultima carta. Ho iniziato a seguire il film Il Segreto alla lettera, cercando di mettere in campo le mie EMOZIONI PIU’ FORTI, scoprendone i meccanismi. 

Nel prossimo paragrafo approfondiremo proprio le 3 fasi della legge di attrazione secondo The Secret il film (e per uno stralcio del film The secret in italiano ecco un video riassunto su YouTube), essenziale per applicare la legge di attrazione per i nostri scopi.

 

Le 3 fasi della legge di attrazione: Chiedi, Credi, Ricevi (Ask, Believe, Receive)

Prima di tutto, dunque, bisogna concentrarci sulle nostre EMOZIONI, cercando di distinguere la differenza tra emozioni negative con basse frequenze energetiche da quelle positive con alte frequenze energetiche. In realtà, tutto ciò è molto semplice: le prime ci fanno stare male mentre le seconde ci fanno stare bene.

Bad frequencies – Basse frequenze e vibrazioni negative:

  • Odio
  • Risentimento
  • Peccato
  • Depressione
  • Ansia
  • Paura
  • Gelosia
  • Rabbia

Good frequencies – Alte frequenze e vibrazioni positive:

  • Soddisfazione
  • Speranza
  • Eccitazione
  • Passione
  • Amore
  • Gratitudine
  • Calma
  • Gioia

Quello che dobbiamo fare è, dunque, eliminare le emozioni distruttive, concentrarci mentalmente sul sorridere e pensare ad una di queste bellissime emozioni per sentirci subito meglio. Ci passiamo tutti: quando una situazione va male la prima cosa che vi viene da dentro è prendercela con il mondo. E ora pensiamo a come sarebbe diverso se scegliessimo di reagire in maniera del tutto inaspettata, escludendo completamente il rimuginare, le recriminazioni e i i facili vittimismi. Scegliamo di sorridere.

“Select your thoughts” – “Seleziona I pensieri”, come dice Elizabeth Gilbert in Mangia Prega Ama. Lo so, ci sono molte più situazioni che ci metterebbero di brutto umore, ma siamo proprio noi che dobbiamo lavorare su questo umore e trasformarlo non solo in un sentimento positivo ma in energia positiva. Spetta solo a noi cambiare prospettiva e modo in cui reagiamo alle sfide. In questo modo, non solo l’Universo sentirà i nostri pensieri ma decifrerà le nostre emozioni dandoci per regalo energie positive sotto forma di fatti, pensieri e azioni.

Se ti senti bene e hai allenato il tuo pensiero positivo, l’Universo prenderà quel bene e ti porterà emozioni e eventi sempre più positivi.

Una volta pulito il campo dalle energie negative, dunque, è il momento di passare all’azione dialogando in maniera propria con l’Universo, mettendo in campo tutta la nostra energia più elevata per richiamare a noi ciò che volgiamo e meritiamo.

La legge dell’attrazione funziona seguendo 3 fasi:

  • Chiedi – Ask
  • Credi – Believe
  • Ricevi – Receive

 

Chiedi e ti sarà dato

Siediti e prenditi un momento di raccoglimento. E poi interrogati veramente dentro.

Cosa voglio? Quanti di noi vorrebbero una persona accanto per poi scoprire che, tutto sommato, preferirebbero stare soli?

Che lavoro vorrei? Quanti di noi vorrebbero un posto fisso per poi scoprire che, di fatto, ci piacerebbe viaggiare per il mondo?

Raccogliti e capisci cosa vuoi veramente. Sentilo come se fosse già tuo e sorridi immaginando – anzi, SENTENDO – come sarebbe vivere quel tipo di vita dove i tuoi desideri si sono avverati.

E ora chiedi all’Universo. E non avere paura di spararla grossa, perché c’è spazio per tutto e per tutti i tuoi desideri. L’energia universale, infatti, lavora nell’Abbondanza. Siamo talmente diversi che non tutti vogliamo le stesse cose! Scommettiamo che le tue energie positive attrarranno a te ciò che vuoi veramente? Il come e il quando, poi, non sono importanti. Spetta all’Universo decidere la forma nella quale il tuo desiderio si avvererà. Il Come è il terreno nel quale opera l’Universo attraverso coincidenze, la serendipity (la serendipità) ed eventi fortuiti. E non ci compete. È più semplice del previsto. Devi sono SENTIRE che può accadere davvero e al resto non ci pensare!

Credi e accadrà

Strettamente legato al concetto di Chiedere c’è quello di Sentire. L’abbiamo già detto: la nostra vita è una continua lotta tra cuore e cervello. Il secondo tenta sempre di sopraffare il primo, ragionando e trovando delle motivazioni che il cuore non vuole ascoltare e che nel profondo nemmeno conosce. Ecco perché se ragioniamo con il cervello la legge di attrazione non si avvera. Non sono i nostri desideri reali! E se arrivano, del resto, non ci permettono di nuovo di essere felici. Lasciamo al cuore il compito di desiderare veramente e con tutto se stesso. Solo così possiamo CREDERE che ciò che abbiamo chiesto arriverà  a noi. Perché arriverà. Il il segreto della legge di attrazione è molto semplice: SPAZIO AL CUORE!

Io stessa all’inizio non ci credevo e io stessa ho sperimentato il potere delle emozioni in questo tipo di dinamiche energetiche. Le nostre emozioni controllano la nostra realtà, perché sono dei magneti che attraggono energie simili. Più scegliamo le energie vincenti e più saremo vincenti. Se crediamo che sia già nostro, lo sarà! E al momento giusto.

Questo processo è anche chiamato “Feel and Manifesting” – Senti e Manifesta la tua vita, tra tutti gli esercizi mentali un potere di visualizzazione positiva talmente potente che ti consente di “vedere” ciò che sarà la tua vita quando avrai attirato a te ciò che desideri. Il concetto base è che devi, appunto, sentirlo ardentemente, perché come abbiamo visto è il sentimento che genera l’azione energetica e non il pensiero. Più che “seleziona i tuoi pensieri”, dunque, bisognerebbe dire “seleziona le tue emozioni”. E poi mettiamoci nella condizione di essere pronti ad accogliere ciò che l’Universo materializzerà a noi. Vogliamo rinunciare a provarci in partenza? Cosa abbiamo da perdere? Scopri alcune tecniche di visualizzazione creativa e allenati a visualizzare la tua vita!

Ricevi e sii grato

Ci sono volte nelle quali accadono eventi del tutto inaspettati. Abbiamo chiesto una cosa specifica sentendola già nostra con tutto il nostro potere di attrazione mentale e poi succede qualcosa che ci manda completamente fuoristrada (come è accaduto a me, che mentre scrivevo l’articolo sulla Legge di attrazione – il precedente, non questa versione numero 2: – ho rotto il computer :)), lasciandoci lì a chiedere il perché. In questo caso, è proprio il momento di non demordere e di non dubitare sul come e sul quando arriverà ciò che abbiamo chiesto, perché l’Universo sta operando sotto copertura per darci ciò che vogliamo. Prendete il mio esempio. Computer rotto e 5 ore di lavoro buttate. La prima reazione è: seriously? Cos’è uno scherzo, Universo? E poi subentra tutto un altro meccanismo. E se ci fosse una motivazione per cui tutto ciò accade? E se davvero devo continuare ad avere fede nelle mie possibilità, a testa bassa, lavorando la mia energia come non mai, portandola ad un livello alto mai provato prima?

Ci sto ancora riflettendo… la cosa certa è che sono cosciente di quanto l’Universo stia lavorando per me. E mi fido, altrimenti non sarei qui a scrivere l’articolo da capo sorridendo per il fatto che non solo lo sto recuperando, ma che sta venendo meglio del precedente. Sorridi e sii grato per ciò che arriva. E continua a credere. E se ancora non ti fidi della legge di attrazione, testimonianze ed evidenze dicono l’esatto opposto! Basta cercare online per scoprire realtà e storie che non riteniamo possibili divenute realtà.

lawofattraction-melaniaromanelli

 

Il potere della gratitudine

Un altro concetto ESSENZIALE per preparare il campo a tutti i regali che la tua energia positiva sarà capace di portarti grazie al potere della attrazione mentale e emotiva è la GRATITUDINE. Essere grato è la strada per permettere alla legge di attrazione di funzionare senza intoppi e in maniera fluida.

Ogni sera, prima di addormentarti,

scrivi una lista delle cose per le quali puoi dire grazie.

Relazioni, Salute, Carriera, Amicizie, Cose che hai e delle quali hai bisogno (anche un Mac per scrivere, come io stessa ho sperimentato) ecc. E ogni mattina rileggi la lista e dì UN ENORME GRAZIE alla vita e all’Universo per ciò che ti ha già dato. Sii grato per davvero. Non pensare che ciò che hai non sia abbastanza. Non è tutto, perché sei nel processo dove puoi chiedere di più. Ma è abbastanza per dire Grazie e uscire di casa con il sorriso.

Questa è la Gratitudine. Una sensazione che, se sviluppata, potrà portarvi ad essere gioiosi durante tutta la giornata, sorridendo al mondo e attraendo sorrisi ovunque andiate.

Prova a sorridere ad uno sconosciuto per strada e scopri il potere terapeutico della gratitudine per combattere lo stress!

 

La legge della sintonia

Nel corso degli anni molti teorici hanno abbandonato il concetto tradizionale della legge di attrazione universale scegliendo di rivederlo seguendo alla lettera i principi fisici che governano la meccanica quantistica, tra cui quello della sintonizzazione. Secondo la legge della sintonia energetica – da molti definita “la nuova legge di attrazione” – dunque, più che attirare a noi ciò che desideriamo siamo noi stessi che ci spostiamo su frequenze energetiche diverse (Teoria dei Molti Mondi). Più che di attrarre la realtà, quindi, si parla di scegliere quale linea di possibilità si vuole per se stessi.

Secondo questa teoria, del resto, esistono diverse frequenze di possibilità per cui un evento accada in una determinata maniera, frequenze che scorrono come linee parallele e che possono accadere tutte, perché vivono nel mondo del possibile. Siamo noi, dunque, che decidiamo di percorrerne una a seconda di quanto siamo in grado di lavorare la nostra energia. Più l’energia del nostro corpo e dei nostri desideri è alta e positiva più le possibilità di sintonizzarci su realtà energetiche ottimali è alta.

E anche se questo concetto è ancora più complesso e difficile da intendere di quello di “magneti che attraggono la realtà”, in verità la fisica funziona davvero così. Esistono delle dimensioni della materia che non siamo in grado di percepire. Ma esistono.

Quando riusciamo a sintonizzarci su linee energetiche molto elevate, che mettono in campo la realizzazione di un desiderio “impossibile”, infine, mettiamo in campo un’antica abilità definita Focus Universale, che consegna all’uomo la capacità di decidere la direzione della propria vita. Quanto più un obiettivo è difficile o impensabile da raggiungere, tanto più richiede un’energia molto elevata perché possa realizzarsi. È un processo a dir poco complesso, ma non impossibile.

Lavorare la propria luce e la propria energia è quindi possibile e stimolante, e nel corso di questo blog vi spiegherò bene come fare e quali abilità mettere in campo. Ecco perché “Crea la Tua Vita Amplificata”, in definitiva, non è più una frase scontata, ma assume un rilievo fondamentale per essere felici in questa vita.

Che sia la legge di attrazione o la legge della sintonia quella nella quale sceglierete di credere (ancora una volta, si tratta sempre di una scelta di fede che è possibile confermare provandoci in prima persona), comunque, mettere in atto una serie di regole precise per raggiungere un pezzo di consapevolezza e pace quotidiane è il minimo che possiamo fare per tentare il tutto per tutto e tornare ad essere felici.

 

Legge di attrazione: le regole d’oro (da stampare)

Ora voglio che leggi attentamente queste regole, un riassunto di ciò che abbiamo detto fino ad ora. È un processo mentale che, se seguito ogni giorno, promette di cambiare il corso dei pensieri e portare felicità alle nostre giornate. Consiglio sempre di stamparle e di appenderle dove si possano leggere sempre: sullo specchio del bagno, sul cruscotto della macchina, nella parte posteriore del Kindle o del libro da leggere in metropolitana. Ovunque, purché lo si legga ogni giorno.

Le regole d’oro:

  • Dimentica il passato e pensa al futuro
  • SENTI: comprendi le tue emozioni
  • Dimentica il NON: l’energia fluisce dove va la tua attenzione
  • Concentrati sulle vibrazioni “alte”
  • Gratitudine: dì grazie per ciò che hai
  • Cosa vuoi veramente?
  • Visualizza e Chiedi
  • Sparala grossa: l’Universo è Abbondanza
  • Sorridi e Credi
  • Preparati a ricevere e abbi fede
  • Sii grato e sorridi
  • Pratica la gratitudine ogni giorno e aggiusta il tiro dei tuoi “Chiedi”
  • La tua vision board: Crea la tua Vita Amplificata
  • Diffondi la Legge di attrazione
  • Sorridi!

 

Legge di attrazione esercizi pratici: la vision board, Igor Sibaldi e la e tecnica dei 101 desideri

Uno dei maggiori promotori italiani della Legge di attrazione è stato Igor Sibaldi, un famoso studioso di filosofia, filologia e di storia delle religioni. Del resto, così come ci dice The Secret il film, la teoria della legge di attrazione è da sempre un concetto che affonda le proprie radici in filosofie e dottrine religiose antiche, senza per questo navigare contro il concetto di un Dio superiore e di un destino già scritto.

Tra trattati e libri su argomenti di stampo teologico, dunque, non sorprende se una personalità come Sibaldi abbia sviluppato una interessantissima pratica per mettere in atto la legge di attrazione  e la tecnica di visualizzazione mentale seguendo sempre i sacrosanti principi elencati nel precedente paragrafo (li avete già stampati, no?). Ma vediamo come funziona la tecnica dei 101 desideri di Igor Sibaldi e perché sono legati alla legge di attrazione.

Affrontando il discorso su come possiamo attrarre a noi la realtà partendo dal nostro volere, Sibaldi ci invita a scrivere praticamente tutti i nostri desideri senza il timore che possano essere troppi o esagerati. Anzi, Sibaldi parla di due quaderni: uno di brutta e uno di bella. Nel quaderno di brutta dobbiamo appuntare i 150 desideri che ci vengono in mente (seguendo delle regole ben precise sulla loro formulazione essenziali affinché funzionino e che vedremo tra poco) partendo con la frase “Io voglio”.

Il verbo “volere”, come sottolinea Sibaldi, è ben diverso da “desiderare”, perché presuppone una consapevolezza che ciò che vogliamo è un dato di fatto. Non è un semplice pensare e desiderare, appunto, che una cosa accada, ma è una affermazione molto più potente. Con VOLERE stiamo affermando all’Universo la nostra seria intenzione di essere pronti ad accogliere quella cosa quando arriverà. Fatta questa dovuta premessa, quindi, Sibaldi ci invita a copiare sul quaderno di bella 101 desideri, lasciando gli altri 49 in attesa nella brutta copia: quando uno dei 101 desideri si realizza, basta barrarlo e inserire un altro dei 49 fino a quando tutti e 150 saranno esauditi.

Ecco le regole per “volere” ardentemente, da scrivere rigorosamente prima in brutta:

  1. Iniziare ogni frase con l’espressione “Io Voglio”
  2. Mai utilizzare il NON (e abbiamo già scoperto l’importanza del Non per l’Universo)
  3. Non esprimere mai desideri più lunghi di 14 parole
  4. Non pensare mai a persone precise (esempio esprimendo desideri d’amore)
  5. Non fare mai paragoni
  6. Non esprimere desideri seriali
  7. Non chiedere soldi (anche se tutti vorremmo capire come diventare ricchi velocemente!)
  8. Non chiedere per gli altri
  9. Evitare i diminutivi
  10. Leggere i 101 desideri ogni giorno, visualizzando immagini positive

Non so voi ma a me questa tecnica dei 101 desideri di Igor Sibaldi piace molto, specie ora che sta arrivando la fine dell’anno. Quale modo migliore per iniziare l’anno nuovo con una lunga lista di volontà da visualizzare? Se volete approfondire il discorso sul metodo e sul mondo dei desideri di Sibaldi vi rimando a questo estratto, dove l’autore Igor Sibaldi in video spiega per filo e per segno la sua tecnica dei 101 desideri. Io intanto ho già comprato il quaderno di bella dove ricopiare tutti i miei 101 meravigliosi desideri e allenare il potere della visualizzazione creativa. Che dite, ci provate anche voi?

Estendendo il concetto dei 101 desideri di Sibaldi, infine, voglio parlarvi di un altro metodo per fare in modo che la legge di attrazione funzioni: la vision board.

Chi ama disegnare, ritagliare, scarabocchiare, come nelle migliori scuole di scrapbook americane, sa già quanto è terapeutico realizzare delle lavagne con le proprie “opere d’arte”. Pensieri che si trasformano in immagini tangibili (vi ricorda qualcosa?). Bene, la vision board serve proprio a questo: a visualizzare le immagini delle quali è composto il nostro futuro!

La vision board è una lavagna nella quale attaccare foto, disegni, idee di cose ed eventi che vogliamo attrarre a noi in futuro (del quando e del come se ne occupa l’Universo, mi raccomando!). È in pratica un promemoria da compilare e creare e da mettere sotto il nostro naso in un posto dove possiamo ammirarlo ogni giorno, ricordando a menadito i nostri desideri. Una sorta di bullet journal artistico (un diario dei nostri obiettivi annuali o mensili) composto da visualizzazioni mentali su una sola facciata e che racchiude tutto ciò che vogliamo.

A cosa serve e perché è così importante? Ancora una volta: a VISUALIZZARE la vostra vita! Senza la tangibilità spesso i nostri desideri restano delle nebulose: diverso pensare di volere una Fiat 500 d’epoca e avercela davanti appesa al muro ogni giorno! I nostri desideri e le nostre azioni, che ci crediate o no, saranno più potenti se possiamo toccare con mano anche solo bidimensionalmente (fino a che non si realizzeranno, ovvio) la loro portata.

lawofattraction2-melaniaromanelli

Insomma, la legge di attrazione universale è un mondo meraviglioso, fatto di creatività, forza e anche un pizzico di fede. Richiama la parte migliore di noi, quella che non si arrende al prestabilito, quella che vuole uscire dalla mediocrità ed elevarsi, quella che sa che la vita può essere molto di più di così. Basta volerlo con tutta la nostra energia.

“Sia se pensi di potercela fare sia se pensi di non potercela fare,

avrai ragione in entrambi i casi”

(Henry Ford)

Non c’è qualcuno che decide per te. Spetta solo a te decidere cosa vuoi per la tua vita. Crea la tua Vita Amplificata, è una sfida, una possibilità ma, soprattutto, un modo per costruire la tua felicità giorno per giorno.

Che dite? Vi ho convinto a provarci?

 

logo-Melania-Romanelli

Sharing is Caring 😀

Di 6pcet

 Melania Romanelli, scrittrice, blogger e personal coach. Nel 2017 ha pubblicato su Amazon il romanzo “Spero Tutto Bene: un viaggio alla ricerca della felicità è sempre un ritorno a casa”. Blogger e Content Creator presso www.melaniaromanelli.com, personal coach sui temi di crescita personale, olismo energetico, spiritualità, disciplina e routine. Nel 2019 ha creato il programma "BED LIONS: come guarire dal Binge Eating Disorder”, per aiutare tutte le persone che soffrono del disturbo alimentare Binge Eating a guarire facendo appello alla propria forza interiore. Vive tra Canarie, Spagna e Italia. Per saperne di più: www.melaniaromanelli.com. Scopri di più su Melania!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *